bootstrap responsive templates

©  el 

Mobirise

Consegnati dalla Regione Toscana i premi PEZ AWARD 2019. Alla Conferenza Educazione e Istruzione della Valdichiana Senese (Comuni di Cetona, Chianciano Terme, Chiusi, Montepulciano, Pienza, Sarteano, San Casciano dei Bagni, Sinalunga, Torrita di Siena e Trequanda) è stato assegnato il Premio per il Piano di zona Infanzia


motivazione del premio:
PER IL VALORE DEL LAVORO DI RETE, PER LA CONTINUITÀ DEI PROGETTI DI FORMAZIONE E PER AVER ATTIVATO LO STRUMENTO DI RILEVAZIONE DELLA QUALITÀ DEI NIDI PRIMA ANCORA CHE LO EFFETTUASSE LA REGIONE TOSCANA CON L’ISTITUTO DEGLI INNOCENTI

Mobirise

Consegnati dalla Regione Toscana i premi PEZ AWARD 2019 per le buone pratiche per il successo scolastico. La cerimonia si è tenuta il 9 ottobre a Firenze nell’ambito delle iniziative della Regione promosse per Didacta, la più importante rassegna italiana dedicata al mondo della scuola e della formazione, quest’anno non più solo ai percorsi scolastici ma anche agli interventi per l’infanzia 0-6.

L’edizione 2019 ha visto ampliata la gamma dei progetti territoriali oggetto di riconoscimento esteso anche ai Piani Educativi Zonali Infanzia.

Alla Conferenza Educazione e Istruzione della Valdichiana Senese (Comuni di Cetona, Chianciano Terme, Chiusi, Montepulciano, Pienza, Sarteano, San Casciano dei Bagni, Sinalunga, Torrita di Siena e Trequanda, è stato assegnato il Premio per il Piano di zona Infanzia con la seguente motivazione:

Per il valore del lavoro di rete, per la continuità dei progetti di formazione e per aver attivato lo strumento di rilevazione della qualità dei Nidi prima ancora che lo effettuasse la Regione Toscana con l'Istituto degli Innocenti”.

Il lavoro di rete e la formazione a sostegno del sistema dei servizi educativi dell’infanzia della Valdichiana senese ha una esperienza decennale, si è però strutturata in maniera più organica a partire dal progetto zonale dell’anno 2012-2013 approvato dalla Conferenza in attuazione degli indirizzi e dei finanziamenti riservati garantiti dalla Regione Toscana, e finalizzati alla “Costituzione e funzionamento del Coordinamento Pedagogico zonale”, con l’obiettivo trasversale e strategico finalizzato alla costruzione di “…un nuovo sistema educativo e scolastico integrato per la zona Valdichiana che riprenda le esperienze del primo quinquennio di progettazione zonale 2000/2005 attraverso il nuovo strumento del coordinamento pedagogico zonale” .

Il Coordinamento gestionale e pedagogico della zona, delegato per l’attuazione al Comune di Sinalunga, ha investito da subito nel lavoro di rete tra tutti i servizi educativi per l’infanzia, curando relazioni e scambi di esperienze, l’analisi dei bisogni formativi per tutti gli operatori dei servizi 0-3 (Nidi d’Infanzia e servizi integrativi) della zona curando l’organizzazione dei progetti di formazione annuali. 

Il Piano della formazione di zona a partire dall’anno educativo 2014/15, oltre agli Educatori dei Nidi è stato proposto, quale primo intervento per la “continuità 0-6”, anche a tutti gli Insegnanti delle scuole dell’infanzia statali e private paritarie della Valdichiana.

Nell’ultimo anno - 2018-19 - gli Educatori dei Servizi educativi 0-3 coinvolti nella formazione sono stati in tutto 44, di cui 25 appartenenti ai Servizi pubblici e 19 dei Servizi privati; le Scuole dell’Infanzia coinvolte sono state in totale 30, di cui 25 Scuole infanzia statali e 5 scuole infanzia paritarie; le Insegnanti delle scuole infanzia coinvolte sono state in totale 136, di cui 118 delle scuole pubbliche e 18 delle scuole paritarie.

È stato possibile gestire la formazione per numeri così importanti grazie al lavoro di rete negli anni curato dalla Pedagogista che affianca il Coordinamento Infanzia, ma anche per la collaborazione della Società della Salute e della ASL di zona che hanno sempre garantito la disponibilità dell’Auditorium dell’Ospedale di Nottola quale sede dei corsi di formazione che sono stati svolti su due sessioni per consentire a tutti i partecipare.

Il “Sistema Qualità Regione Toscana” per i Nidi d’Infanzia realizzato dalla Regione Toscana con la stretta collaborazione dell’Istituto degli Innocenti, rappresenta un documento molto ricco ed articolato, elaborato dopo una fase di sperimentazione in alcuni Nidi pilata, per svolgere l'attività di monitoraggio della qualità dei servizi (pubblici e privati) 

L'attenzione al tema della qualità dei servizi educativi per l'infanzia è un aspetto centrale nelle riflessioni internazionali; la sua importanza, già sottolineata in alcune Comunicazioni della Commissione europea, è stata ribadita con forza nella Raccomandazione della Commissione del 20 febbraio 2013 Investire nell'infanzia per spezzare il circolo vizioso dello svantaggio sociale. 

È questa la cornice in cui la Regione Toscana ha investito negli anni per mettere in opera regole e procedure per il monitoraggio della qualità dei servizi educativi per l’infanzia.

Nella consapevolezza che i servizi educativi per la prima infanzia debbano garantire alta qualità ai bambini e alle famiglie e che questa debba essere una precisa responsabilità non solo dei gestori dei servizi ma anche della Amministrazioni locali, il Coordinamento Infanzia della Valdichiana ha voluto inserire da subito nel Piano Educativo Infanzia dell’anno 2016-2017 ed infatti tra aprile e giugno 2017 si è svolta la prima indagine in tutti i servizi educativi della zona (nidi e servizi integrativi) utilizzando il nuovo strumento regionale ed anticipando di fatto di un anno la rilevazione a livello regionale curata e coordinata dall’Istituto degli Innocenti che ha riguardato per la prima volta, tutti i nidi della regione

Da Febbraio a maggio 2018 un gruppo di 16 Pedagogisti rilevatori, coinvolti in iniziative di formazione preliminari e di assistenza tecnica in itinere organizzate dall’Istituto degli Innocenti, ha visitato tutte le 794 unità di offerta – Nidi pubblici e privati – attivi in tutta la Toscana. I dati raccolti sono stati inseriti in un database incrociandoli con i dati relativi ai costi di gestione.

I risultati sono stati presentati nelle diverse zone nella primavera 2019 fino al Convegno nazionale del 30 settembre 2019 evidenziando non solo il livello di qualità educativa dei nidi toscani (lo spazio, la professionalità, le relazioni e le esperienze, la relazione con le famiglie, la documentazione), ma anche il rapporto fra qualità e costi, un binomio che può davvero essere un ottimo punto di equilibrio per le politiche di settore: dare garanzie di qualità ai bambini e alle famiglie ma anche utilizzare bene le risorse per garantire a tutti l'offerta di qualità.

Per i servizi educativi della Valdichiana senese quella regionale è stata dunque la seconda rilevazione della “qualità”, che ha dato peraltro alcuni risultati migliori della precedente curata direttamente dal Coordinamento zonale, avendo avuto gli educatori la possibilità di conoscere meglio tutti gli elementi oggetto di rilevazione, di sperimentarli di fatto come “autovalutazione” delle pratiche quotidiane nei nidi, con l’obiettivo di un costante miglioramento. 

E questo è stato di fatto riconosciuto dalla Regione nel Premio P.E.Z. Award 2019 come valore aggiunto e buona pratica da premiare.



Biblioteca Coimunale di Sinalunga - 0677 631200
se ti piace condividi la pagina