Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su “maggiori informazioni” per informarti e per impostare il tuo brower secondo i tuoi desideri. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Blog Bliblioteca

punto di incontro per la Valdichiana senese

North-West Passage

Inviato da il in Generale
  • Dimensione carattere: Maggiore Minore
  • Visite: 1269
  • 17 Commenti
  • Stampa

Passaggio a Nord-Ovest” è il titolo che richiama immediatamente il Grande Nord americano, ma “da Sinalunga a Scrofiano sovrastati dalla natura” è il sottotitolo che ci riporta nella nostra Terra. Autori i nostri collaboratori (della Biblioteca Comunale di Sinalunga) Emanuele Grieco e Ariano Guastaldi.

Il volume è scaricabile, in forma di e-book dal sito della “Bibliotheca de l’Amorosa” 

[ VAI ALLA PAGINA > ]

Si tratta di un libro con molte immagini e un testo adeguato, che propone un viaggio a pochi passi da casa, in luoghi probabilmente sconosciuti agli stessi abitanti della zona, suggerendo il modo per affrontare “l’avventuroso” viaggio, offrendo alcuni elementi utili e anteprime fotografiche, per avere un’idea di massima del territorio. Tutto il resto è lasciato alla fantasia dei lettori.
Il viaggio, al pari del libro, è adatto a tutti. Lo consigliamo senza alcuna riserva.

 

Passaggio-a-Nord-Ovest.jpg

 

Vota:

Gruppo di volontari/e con riferimento alla Biblioteca Comunale di Sinalunga

Commenti

  • Ruscus
    Ruscus Lunedì, 03 Luglio 2017

    Conoscere la propria Terra è certamente un piacere oltre che un dovere.
    Se si vuole parlare di territorio, di insediamenti, di sviluppo economico e di valorizzazione delle eccellenze e delle risorse che ci circondano bisognerebbe prima sapere bene su dove mettiamo i piedi, gli occhi, il naso e sopratutto la bocca.
    Un sincero grazie agli autori di questo libro che hanno saputo indicare un modo insolito e affascinante di percorrere sentieri dimenticati.
    Il francescano invito “SPOGLIAMOCI”, prima di iniziare il percorso, ha una forza incredibile, racconta l’esigenza sociale del nostro tempo e ci offre una valida alternativa: la speranza di riuscire ancora a ritrovare noi stessi .
    A questo E-book ne seguiranno altri? Speriamo
    Leggiamo e segnaliamo questa lettura sopratutto ai giovani, coinvolgiamoli.
    Gli autori saranno così invogliati a proseguire il percorso con nuove pubblicazioni.
    Di materiale “prezioso” sparso nel territorio del Comune di Sinalunga ormai sappiamo tutti di averne una grande quantità, forse meno appariscente di quello degli altri ma non meno importante.
    Impariamo a raccontarlo, a valorizzarlo e saremo considerati, a buon diritto, alla pari di Montepulciano e Pienza che, con tutto rispetto, si sognano di avere le nostre Frazioni e le nostre Fattorie. Nessun campanilismo però, che di questi tempi sarebbe fuori luogo, ma neppure nessun senso di inferiorità o di sottomissione.

  • Ospite
    PASQUINO Lunedì, 03 Luglio 2017

    Sono Pasquino, scrivo senza il mio solito logo perchè sono fuori per lavoro e non ho con me la password, ma sono proprio io.
    Ho scaricato l’ebook appena rientrato in albergo e poi me lo sono gustato durante la cena: una triglia e un paesaggio, un calamaretto e un altro paesaggio. All’inizio mi sono detto che avrei risposto una volta giunto a casa, anche perchè ho la sensazione che si tratta di uno scherzo. Io conosco la zona e non ho mai saputo di un passaggio a nord ovest, per cui avevo pensato prima di controllare e poi scrivere
    Poi durante la cena, certamente colpevole la frittura che si abbinava benissimo alle fotografie, mi sono appassionato è ho deciso di scrivere due righe anche perchè ragazzi se avete fatto uno scherzo lo avete fatto benissimo. Il dubbio mi è venuto dalla foto dei due piccioni che suppongo li abbiate messi proprio apposta per dirci qualcosa e poi piu’ avanti le lepri.
    In ogni caso è veramente un gran bel lavoro.
    Questo fine settimana, se non torno distrutto controllo poi mi faccio risentire
    ma comunque GRANDI!!!

    Mentre scrivo vedo che anche Ruscus è caduto nella bufala, ma come si fa è un romanzo eccezionale
    sono sicuro che è così non può essere vero.
    Sarebbe troppo bello.

  • Ospite
    Barbara Lunedì, 03 Luglio 2017

    No non ci credo non puo' essere magari si passera' anche ma ci sono i monti il passaggio sarà' difficilissimo altro che a Nord Ovest
    Le fotografie pero' sono eccezionali

  • Ospite
    Giulia Lunedì, 03 Luglio 2017

    Bella idea

  • Ospite
    Daniela Martedì, 04 Luglio 2017

    il passaggio esiste
    l'ho chiesto al mi nonno e lui mi ha detto che c'è
    e si ricorda anche dello stregone
    lui non c'è mai andato ma ricorda gente che sono stati curati da lui che dicevano che era molto bravo

    io domenica mattina ci provo

  • Ospite
    Pasquino Martedì, 04 Luglio 2017

    Sono ancora Pasquino ancora fuori per lavoro e senza password. Avevo detto che avrei scritto di nuovo solo dopo aver controllato l’esistenza del passaggio a Nord-Ovest, ma ovviamente stavo scherzando, non ho mai dubitato nemmeno per un secondo sulla serietà del libro. Ho deciso di dirlo solo perchè non vorrei che qualcuno lo prendesse per vero e non vorrei essere certo io ha distruggere quel poco di serie e di bello che si produce.
    Anche stasera ho cenato in compagnia del passaggio a nord ovest e debbo dire che la grigliata mista era ancora più buona del solito. Poi è anche successo che assorto nella letura ho detto di si al cameriere che mi ha proposto una macedonia con gelato…… se lo viene a sapere la mi moglie mi spara, ma a me che me frega, io ho fatto amicizia con gli indiani e i cow boys del passaggio a nord ovest.
    C’è solo una cosa che dopo il caffè mi è venuta in mente e cioè, ma come fate a pensarle!!!

  • Ospite
    Anna Mercoledì, 05 Luglio 2017

    Si rimane sempre molto sorpresi quando si viene a sapere di qualcosa di considerevole consistenza a noi vicini di cui si ignorava la presenza. Normalmente si rimane in silenzio per mascherare l’imbarazzo, ma quando ci viene presentato in modo tanto garbato, pulito e suggestivo non si può non ringraziare, anche se così facendo si è costretti ad ammettere la nostra ignoranza.
    E allora grazie.

  • Ospite
    Angela Mercoledì, 05 Luglio 2017

    E' veramente una sorpresa scoprire di punto in bianco tante bellezze paesaggistiche a due passi da casa

  • Ospite
    Francesca Mercoledì, 05 Luglio 2017

    Non so se esattamente dove da mio nonno mi raccontava che ai suoi tempi, quando era ragazzo, in quella zona c'era una miniera di lignite dove ci lavorava il suo babbo.

  • Ariano
    Ariano Giovedì, 06 Luglio 2017

    In effetti una miniera di lignite risulta attiva nei primi decenni del Novecento nella dorsale su cui passa la Lauretana (la via di Collalto), quella di fronte al frantoio, con ingresso poco dopo il Castelletto, in una depressione del terreno tutt’ora evidente.

  • Ospite
    Francesco Giovedì, 06 Luglio 2017

    Scusa non ho capito bene. L'ingresso della miniera era dove ora si trova il frantoio? E le gallerie dove si sviluppavano?

  • Ariano
    Ariano Giovedì, 06 Luglio 2017

    Spalle al frantoio, la collina davanti, dove la strada per Collalto comincia a salire. Sotto si sviluppavano le gallerie per un’area di 1kmq circa.
    L'ingresso era lungo la valle dove ora a sinistra c'è una collinetta con cipressi e olivi.

  • Ospite
    Franceco Giovedì, 06 Luglio 2017

    Ho capito. Mio nonno me lo aveva detto ma io avevo capito che era più su, all'incrocio per Farneta.
    Bel lavoro.

  • Ospite
    Francesca - Angela Sabato, 08 Luglio 2017

    L’ho fatto, l’ho fatto, l’ho fatto: tutto il PASSAGGIO A NORD OVEST con una amica e due cani partendo da Sinalunga, per il Canale e poi fino a S.Caternina dove un’amica è venuta a prenderci con la macchina la quale ci ha dato delle sceme prima che si partisse, e dopo che siamo arrivate e ci ha detto anche durante. Però no, è stato veramente bello, lo consigliamo decisamente, ma va fatto per il fresco, ma non troppo, perché nel bosco c’è un po’ freschino dal momento che è tutto in ombra. Tutto bello, però il cellulare lo abbiamo portato e abbiamo fatto qualche foto che non pubblichiamo perché non lo sappiamo fare.

    :p :)

  • Pasquino
    Pasquino Domenica, 09 Luglio 2017

    Ho fatto il passaggio a nord ovest…. e poi quello o sud est in una sola mattinata. Confesso però che ho fatto il percorso breve iniziando dal frantoio S.Andrea.... ma solo perchè la prima parte già la conoscevo, non certo perché non ho il fisico!!!.
    Durante il percorso di ritorno ho incontrato un paio di indiani di una tribù pacifica è stata una grande soddisfazione dare loro le indicazioni per raggiungere la chiesa di S. Caterina.
    E ora che l’idea c’è ci vorrebbero le persone di biblica buona volontà per promuoverla, chissà se sono morte tutte o se qualche nipote è ancora in vita?

  • Ospite
    PAUL & MARY Domenica, 09 Luglio 2017

    This is a great initiative, the e-book contains wonderfull photographs. We loved it.

  • Ospite
    Marino Martedì, 11 Luglio 2017

    Non lo nascondo, ho scaricato l’e-book prevenuto pensano di trovarmi per le mani la solita storia rifritta e invece, a parte le foto di assoluta eccellenza, ho trovato la notizia con il link per l’aglione della valdichiana che da solo avrebbe meritato un applauso. Io ho sempre creduto che i pici all’aglione fossero con fatti con molto aglio e pomodoro e invece ora ho scoperto che sono un’altra cosa.
    E’ proprio vero che la grande storia di un popolo si fa con le piccole cose.

Lascia il tuo commento

Ospite Martedì, 22 Agosto 2017
free joomla templatesjoomla template
BIBLIOATO ALTA VALDICHIANA SENESE - SCRIVI ALLA REDAZIONE
2017  blog