Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su “maggiori informazioni” per informarti e per impostare il tuo brower secondo i tuoi desideri. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Blog Bliblioteca

punto di incontro per la Valdichiana senese

IV NOVEMBRE 2017

Inviato da il in Generale
  • Dimensione carattere: Maggiore Minore
  • Visite: 307
  • 7 Commenti
  • Stampa

SINALUNGA, Piazza Garibaldi – ore 9,30 Cerimonia al Monumento ai Caduti di tutte le guerre

BETTOLLE, Viale delle Rimembranze – ore 11.00 Cerimonia al Monumento ai Caduti di tutte le guerre

SCROFIANO,– ore 16,30 Cerimonia al Monumento ai Caduti di tutte le guerre, a seguire nella Sala dei Combattenti (Centro Storico) Presentazione del Quaderno Sinalunghese (Serie i Piccini) “Maria Armida Cutini, Maestra di Scrofiano, Crocerossina nella Grande Guerra” di E. Grieco - A. Guastaldi

Partecipano alle Cerimonie presso i monumenti, le Associazioni d’Arma e Combattentistiche, gli studenti della scuola secondaria di primo grado dell’Istituto Scolastico Comprensivo “John Lennon”

 

4Novembre2017.png

Vota:

Gruppo di volontari/e con riferimento alla Biblioteca Comunale di Sinalunga

Commenti

  • Pasquino
    Pasquino Domenica, 29 Ottobre 2017

    Mi piace l’approccio che è stato dato al ricordo della Grande Guerra, senza enfatizzazioni e celebrazioni pompose, raccontando con il giusto distacco i fatti che interessarono i nostri nonni e che hanno condizionato pesantemente la nostra vita di oggi.
    L’aver pensato ad un libro su una crocerossina di casa nostra, nell’anniversario di Caporetto è una grande idea che merita un plauso anche senza aver letto il libro.
    Ringrazio quanti hanno lavorato all’idea. Spero la facciano anche altri.

  • Ariano
    Ariano Domenica, 29 Ottobre 2017

    Grazie per la fiducia Pasquino, anche a nome di Emanuele Grieco co-autore del libro e vero ideatore dell'iniziativa.
    E grazie soprattutto per aver sottolineato le motivazioni che ci hanno spinti a pubblicare una serie di libri in ricordo dei moltissimi che soffrirono e i molti, sicuramente troppi, che morirono per dare a noi un mondo migliore.
    Ricordarli ci è sembrato il minimo che potevamo fare.
    Grazie di cuore Pasquino a te e a quanti in questi giorni vorranno rivolgere un pensiero a quei giorni lontani caratterizzati dal filo spinato e dalle trincee.

  • Ospite
    Teresa Domenica, 29 Ottobre 2017

    Concordo con Pasquino: sono iniziative molto belle e condivisibili proprio perché si sente che sono fatte con il cuore, senza retorica o secondi fini.
    Sicuramente dovrebbero essere accolte con maggiore entusiasmo, ma la gente è fatta così: reagisce per le cose più strane dando in escandescenze e condividendo senza pensare, ma sono convinta che i Quaderni Sinalunghesi fatti per i cento anni della Prima Guerra Mondiale che documentano la partecipazione dei nostri antenati hanno colpito i più perché non credo siano molto coloro i quali erano a conoscenza di una partecipazione tanto grande come quella che in realtà è stata.

  • Ospite
    Rita Lunedì, 30 Ottobre 2017

    E' giusto e doveroso, quando si può come in questo caso, personalizzare la commemorazione di un fatto così importante come la vittoria della Grande Guerra e tutto quello che comportò per raggiungerla, con storie ed episodi che ci riguardano da vicino, dimostrando che la Grande Storia si costruisce con piccole storie ma grandi protagonisti.

  • Ospite
    Anna Lunedì, 30 Ottobre 2017

    Molto bene per il coinvolgimento delle scuole.
    I giovani devono essere coinvolti e abituati al Ricordo come bene prezioso per il vivere comune

  • Ospite
    Maria Teresa Giovedì, 02 Novembre 2017

    Posso aggiungere che con l'occasione si potrebbe parlare anche di Patria?
    Quella Patria per la quale moltissimi hanno sofferto e sono morti?
    E che nessuno dica che questo è un discorso da guerrafondai, amare la Patria non vuol dire accettare o peggio ancora Amare la guerra.
    La serie di pubblicazioni fatte sono un pozzo di informazioni per la nostra Comunità alla quale io ho attinto per conoscere fatti che prima ignoravo completamente o quasi

  • Pasquino
    Pasquino Giovedì, 02 Novembre 2017

    Questi concetti sono più o meno gli stessi che io mi ostino a sottolineare ogni volta che mi si presenta l'occasione, ma salvo rarissime eccezioni non trovo orecchie orientate verso questi appelli, neppure quelle che dovrebbero per mandato essere sempre drizzate e prendere ogni occasione per proporre argomenti utili alla Comunità

Lascia il tuo commento

Ospite Lunedì, 18 Dicembre 2017
free joomla templatesjoomla template
BIBLIOATO ALTA VALDICHIANA SENESE - SCRIVI ALLA REDAZIONE
2017  blog