Percorrendo l'Antichità

Mercoledì 6 dicembre alle ore 16.30 Arezzo, Museo archeologico nazionale “Gaio Cilnio Mecenate”, Ada Salvi parlerà sul tema "La necropoli etrusca di San Giustino a Sinalunga".
Esplorata in quattro campagne di scavo dirette dalla ex Soprintendenza per i Beni Archeologici della Toscana, la necropoli etrusca di San Giustino a Sinalunga si compone di almeno undici tombe a camera realizzate nell’affioramento di arenaria sabbiosa e utilizzate tra l’inizio del VI e il II sec. a. C.


I risultati dello scavo sono pubblicati nella collana Quaderni Sinalunghesi, anche in versione elettronica scaricabile dalla sezione multimedia del nostro sito.
Si ricorda che i materiali della necropoli di San Giustino sono esposti nella sede espositiva “Larth. Le stanze etrusche di Sinalunga” (via Spadaforte 31, Sinalunga (SI); info 0577 631200) realizzata grazie alla collaborazione tra Comune di Sinalunga, Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per le provincie di Siena, Grosseto e Arezzo e Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per la città metropolitana di Firenze e per le provincie di Pistoia e Prato.


L’archeologa, Ada Salvi si è laureata e specializzata in Etruscologia all’Università di Firenze, conseguendo inoltre un Master in Field Archaeology presso l’University College di Londra. Dal 1994 al 2010 è stata collaboratrice della ex Soprintendenza Archeologica della Toscana, conducendo numerosi studi e ricerche sul campo e partecipando a convegni del settore; in particolare ha condotto lo scavo della necropoli di San Giustino a Sinalunga, pubblicandone poi i risultati di studio e curandone il percorso espositivo. Attualmente ricopre la mansione di Assistente Tecnico presso la Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per le provincie di Siena, Grosseto e Arezzo, ed è vincitrice di concorso per il ruolo di Funzionario Archeologo.

adasalvi.jpg