how to build a site for free

©  el 

Mobirise

Un’idea a 356º ca. del locale situato nello stabile della Scuola Media, in via Vasari 5, a Sinalunga. Spazioso, luminoso, silenzioso, confortevole q.b., fornito di molti libri, ideale per ricerche, studio, passatempo… o anche solo per prendere in prestito un libro da leggere a casa.

*   *   *
Mobirise

Lunedì 31 Dicembre 2012 andava on-line il sito con una sezione Blog per la comunicazione e la partecipazione attiva dei nostri lettori (che in effetti ci fu). A fianco la fotografia della prima comunicazione “postata” dalla Redazione.

Post completo, commenti e rispopsteRedazione


Prende il via il nostro Blog

Inviato da Redazione il Lunedì, 31 Dicembre 2012

Con questo post prende il via il nostro blog dedicato alla cultura nella zona. La data di avvio è l'ultimo giorno del 2012. Non parleremo di tecniche o significati perché avremo modo di parlarne, se il caso, in seguito. Facciamo solo una veloce regressione per recuperare il significato di questo termine “blog” ormai usato in tantissimi contesti. A noi piace dare senso pieno e significato alle parole, dunque questa parolina, che appare così magica in Internet, altro non è se non la contrazione del termine inglese “web-log”, ovvero “diario in rete”, una sistema aperto di comunicazione che si è rapidamente sviluppato subito dopo la prima pubblicazione, che avvenne negli Stati Uniti nel 1997.   
Ci teniamo a precisare che questo non è un blog… o per meglio dire, tecnicamente lo è, ma è anche molto altro… almeno nelle intenzioni. In prospettiva cioè dovrebbe diventare un diario in rete attraverso il quale, dal sito delle Biblioteche associate di Sinalunga, Torrita di Siena e Trequanda (Alta Valdichiana senese), dovrebbe prendere avvio la sperimentazione di una forma di condivisione interattiva dei nostri servizi, e non solo. Vorremmo offrire, con questo “diario” aperto al territorio, un modo per attivare relazioni intorno al fare per la cultura, a partire dai libri, la nostra passione, il senso del nostro lavoro e strumenti indispensabili del nostro fare quotidiano, vorremmo promuovere un dibattito sui temi della contemporaneità, dalla narrativa, alla saggistica, dai libri per bambini, alle molte testimonianze della storia locale. Ma oltre alle proposte di lettura, vorremmo sollecitare altri modi di narrare e raccontare pensieri ed emozioni: la fotografia, il teatro, la musica, gli itinerari nell’arte, tra le mostre, i paesaggi ed i tantissimi nostri luoghi da scoprire, valorizzare e far conoscere.
Il blog del sito “bibliato” che promuoviamo è costituto da una parte dinamica (aggiornata ed implementata direttamente ed in tempo reale) e da una statica, che sarà invece aggiornata dal web design, destinata a crescere e modificabile strutturalmente, in base alle esigenze che si presenteranno nel tempo.
Dunque non aspettiamo solo commenti, ma anche, e soprattutto, proposte, recensioni, segnalazioni, suggerimenti, perché questo possa diventare lo spazio per praticare quella “cittadinanza attiva” e consapevole che come servizio culturale pubblico abbiamo il compito di promuovere e sostenere.


Commenti

 Alberto Martedì, 01 Gennaio 2013 
Vi faccio i complimenti per l'iniziativa e sopra tutto tanti auguri perche' ne avete bisogno

Redazione Sabato, 05                 Redazione Gennaio 2013 
Grazie, grazie, grazie, ma, in ogni caso, siamo convinti che riceveremo l'aiuto di molti, anzi di moltissimi


––––––––


Anna Sabato, 05 Gennaio 2013 
Io non ho mai scritto su un blog, so a malapena che cosa è... non ho ben capito come potrei (io come altri) partecipare. Mi puoi spiegare meglio? magari riesco a combinare qualcosa pure io con Voi


              Redazione  Sabato, 05 Gennaio 2013 

Benvenuta Anna. In pratica con questo commento hai iniziato a collaborare al Blog. Non pensare che sia poca cosa: commentare i vari articoli è un'attività importante. Positivo o negativo, il commento serve a tutta la comunità del blog e non solo all'autore dell'articolo. Come avrai notato gli articoli sono tutti a firma "Redazione" perché non volevamo, in questa fase iniziale, monopolizzare il blog con i nostri nomi. Ma tutti possono scrivere, qualsiasi cosa, purché di interesse pubblico e nei modi descritti alla voce del menu "norme di partecipazione" e quindi, speriamo presto, avremo tanti articoli con tanti nomi diversi.  Come partecipare con gli articoli? Per il momento riteniamo di dover "filtrare" gli articoli, per cui, tu come tutti, potete inviare i vostri scritti, foto, disegni, ecc. alla redazione [vedi indirizzo mail nella pagina "Norme partecipazione" o anche alla fine di questo primo articolo]. Faremo noi tutto il resto. Con il tempo, coloro che si registreranno potranno pubblicare direttamente. Per ora non aggiungiamo altro. È meglio proseguire a piccoli passi.

––––––––




Sandra Martedì, 08 Gennaio 2013 
Complimenti, ottima idea, continuate così!

Maria Sabato, 12 Gennaio 2013 
Al momento mi pare di aver capito poco sul sito. Però mi sembra una gran cosa. Se la gente non partecipa forse perche' come succede a me non sa come fare


              Redazione  Sabato, 12 Gennaio 2013 
Vero Mario, questo vale per tutti, ne siamo consapevoli. Però vogliamo dire a tutti di prendere la cosa sul ridere, o per lo meno non troppo sul serio. E poi se alla fine farete uno sbaglio non sarà la fine del mondo: quella c'è già stata il 21 dicembre scorso. In ogni caso pensate a quella famosa vecchissima barzelletta dello strillone da fiera addetto a richiamare la gente per visitare il circo, com'era? "Venghino, siore e siori, più animali entrano più bestie si vedono"


––––––––

              Redazione  Dice il saggio: 
Per qualsiasi problema,  scrivi una mail alla redazione 
Se ti angosciano le parole distorte dell'immagine "Captcha", e sei un utente registrato, esegui il login: immetti "nome utente" e "password" e vedrai apparire "Ciao… e il tuo nome". A questo punto potrai fare tutti i commenti che vorrai, il programma non ti chiederà di interpretare nessuna Immagine Captcha fino a quando non perderà il contatto con te.
Scrivi prima su un programma di scrittura qualsiasi il tuo commento o articolo, poi copia e incolla nel blog. Perché se scrivi direttamente e dopo un po’ cade il collegamento, perdi tutto ciò che hai scritto.
Molti sostengono che in Italia il problema più grave di Internet è la mancanza della Banda Larga, senza la quale non si può navigare velocissimi. Non dare ascolto a queste voci e cerca di imparare a navigare.
Perdi un po' del tuo tempo a navigare all'interno del sito, potresti trovare qualcosa di interessante che non avevi notato, o che è stato aggiunto di recente.
Molti sostengono che la vita dovrebbe essere allungata. Non dare loro ascolto, la vita non va allungata, va allargata.


  
Ruscus Martedì, 22 Gennaio 2013 

A volte si pensa di saper fare tutto, a volte si crede anche di saperlo fare bene e così si scopre che una delle cose, tra le più attuali, quella appunto dello scrivere su un blog, non la sappiamo fare o abbiamo timore di farla male. Grazie Redazione che ci insegni e ci incoraggi, ci metteremo un po' di tempo a capire ma poi cominceremo a smanettare anche noi come fanno i nostri giovani su facebook e, data la serietà di questo sito, forse diremo cose che potrebbero essere utili anche a loro. Chissà che qualche giovane non venga incuriosito e affascinato da questo piacevole "salotto" di conversazione.

Redazione Martedì, 22 Gennaio 2013 
Grazie per il gentile supporto morale... lo mettiamo da parte per quando ne avremo molto bisogno


Zona archiviazione articoli prima pagina

              Redazione  
Le favole del Diavolo della Tasmania.

C'era una volta, in un paese lontano, lontano, una studentessa alle prese con un esame difficilissimo, per il quale doveva confrontarsi quasi tutti i giorni con il suo Prof di riferimento. La studentessa abitava a 100 leghe dalla sede universitaria, ma era tranquilla perché sapeva che poteva contare su Internet. Una grande invenzione quella di Internet, non avrebbe mai ringraziato abbastanza tutti coloro che l'avevano inventata, perché gli evitava moltissimi spostamenti, con evidente risparmio di soldi ed energie. E così, tutti i giorni, la studentessa studiava e inviava al suo Prof una mail con i dati relativi ai suoi progressi: – senza perdere tempo. Tra l'altro tutto ciò influiva positivamente sul suo morale e, di conseguenza, studiava molto più volentieri: – ed apprendeva molto più facilmente. Grande invenzione Internet. Grazie alla tecnologia, quindi, terminò lo studio sull'argomento difficilissimo in minor tempo di quello che aveva preventivato insieme al Prof. Ora avrebbe potuto godersi una meritata vacanza ma, per per una sorta di rispetto verso Internet ed a quanti vi avevano lavorato, pensò che sarebbe stato giusto se si fosse ulteriormente impegnata nello studio del problema difficilissimo, così in futuro, chissà, il suo studio avrebbe potuto aiutare altri. E fu così che tornò a studiare e scopri varianti importanti per la soluzione del problema difficilissimo. Felice informò subito per e-mail il suo Prof e continuò a studiare e mandare e-mail... Arrivò il giorno stabilito per l'esame. Finalmente! La studentessa entrò in aula tranquilla, felice e sorridente. Ma dopo aver parlato con il Prof fu vista uscire, urlante, agitata e a salti… come uno scimpanzé.
Aveva appena saputo che il Prof non era capace di aprire il programma di posta elettronica.


indirizzo

Via Vasari, 5 - 53048 Sinalunga (Siena)

orario di apertura

Mattino: dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 13.00
Pomeriggio: lunedì, martedì e giovedì dalle ore 15.30 alle ore 18.45

contatti

tel. 0577 631200      e-mail: biblioteca@comune.sinalunga.si.it

… e se vuoi anche su facebook >>>